Luisa Recchia

Operatrice di biodanza IBF (num. di registro NAP 1425), titolata nell’ottobre 2015 presso la scuola di Biodanza® SRT di Napoli diretta da Flavio Boffetti, membro dell’Associazione Biodanza Italia.

Specializzata in:
*"Biodanza e i Misteri della Mascolinità e femminilità profonda", dietro la guida di Sergio Cruz e Myrthes Gonzales, presso la Scuola di Biodanza Sistema Rolando Toro di Bologna (2014).
*"Biodanza e Sciamanesimo" con la direttrice della Scuola Colombiana di Biodanza Myriam Sofia Lopez (2015)
*"Biodanza e il sentiero sacro dei Nativi Americani" dietro la giuda di Fiorella La Musta presso la Scuola di Biodanza di Milano (2016).
*"Biodanza per bambini e adolescenti”, dietro la guida di Monica Turco (ultimo modulo a Ottobre 2017)
Organizzatrice e co-conduttrice insieme a Francesco Catalano dello Stage “Il maschile e il femminile nel gioco della vita” (Conversano, BA, 2015/16)
Organizzatrice e collaboratrice di conduzione dello Stage periodico e itinerante con Alessandro Nardelloto “Tango e Biodanza: maschile e femminile l’abbraccio danzante” (Ostuni, BR, 2014).
Architetta laureata nel Marzo 2000 presso l’Istituto Universitario di Napoli “Federico II” (110 e lode), disegnatrice nel 2001 presso lo studio dell’Arch. Pica Ciamarra di Napoli, nel 2002 si trasferisce a Venezia, si prende il titolo di “Esperta in pianificazione urbana e territoriale nei paesi in via di sviluppo” (Master di 2° liv. IUAV, 2002) 
2002 parte per l’Ecuador come volontaria prima e poi come cooperante internazionale, e lì vive per 7 anni, dal 2002 al 2009. Come Cooperante ha lavorato come: 
• Consulente PGU / ALC (Programma di Gestione Urbana per l’America Latina e il Caribe, di UNDP e Habitat) nei suoi uffici di Quito (2002/2003)
• Co-Autrice e tecnica dell’equipe di coordinamento del progetto della Rete 9 di Urbal “Articolazione tra bilancio partecipativo e le associazioni pubblico-private con l’economia solidale” all‘interno del PGU/ALC (UN- Habitat - UNDP), presso il Municipio di Cuenca, Ecuador, America Latina (2003/2006)
• Tecnica esterna nel Municipio di Esmeraldas, Ecuador, all'interno del progetto dell'ONG inglese Progressio per la riqualificazione urbana dei quartieri marginali della città e l'accesso alla casa da parte della popolazione afroecuatoriana con approccio di genere (2008/2009).
Ma soprattutto, in Ecuador ha avuto l'onore di conoscere da vicino Uomini e Donne di Medicina che le hanno aperto il cuore sull'affascinante e essenziale mondo del Cammino Rosso e dello Sciamanesimo. 
Dal 2006 circa cammina su questo Sentiero Sacro, dal 2008 dietro la guida di Mama Andrea Atekokolli Herrera Donoso, all'interno della fondazione del Fuoco Sacro di Itzatchilatlan
Dal 2012 è diventata Ricercatrice di Visione dietro la guida di Ramon Angel in Sierra Espuña (Spagna) e di Mama Andrea Atekokolli a Monteverde (Costa Rica). Ha compiuto i 13 giorni di Ricerca nell’Aprile 2017.
Dal 2015 è portatrice di Pipa Sacra (Chanupa), del lignaggio di Mama Andrea e di Aurelio Diaz Tekpankalli.
Da Aprile 2017 è temazcalera: conduttrice di capanne sudatorie, secondo il disegno Sacro di origine Tolteca, consegnatole dal Fuoco Sacro di Itzatchilatlan, con la Benedizione e l’iniziazione da parte di Mama Andrea Atekokolli, Taita Arturo Chiriboga, Papa Oso En Piè e Mireia Berdun.
Appassionata al tema della consapevolezza femminile fin dal tempo del suo lavoro tra le comunità di donne afroecuatoriane a Esmeraldas, al suo ritorno in Italia (2009) è diventata curatrice e traduttrice e distributrice dell'edizione italiana del Diario di Luna il Mio Sangue di Mama Andrea Herrera.
Dal 2010 è rappresentante di Mama Andrea Herrera Atekokolli in Italia per le sue visite periodiche. Ha impulsato la formazione del gruppo “Famiglia del Fuoco Sacro” che segue gli insegnamenti di Mama Andrea e la riceve in Puglia, in Lazio e ora anche sulle Dolomiti, per organizzare Cerimonie ed eventi in tutta Italia. 
Dal 2015 è sul cammino dei Ritiri di Luna con Mama Andrea.
Nel 2016, compiuti i suoi 13 ritiri lunari personali, è diventata Ricercatrice delle 13 Lune.
Creatrice del progetto "Alle radici del Femminile" per l'empowerment delle donne tanto sul piano personale quanto su quello socio-collettivo, lo ha inaugurato in puglia con il patrocinio del Comune di Alberobello e del Consultorio familiare diocesano portando avanti il primo ciclo di incontri "La Ruota delle Lune" nella primavera estate del 2016 ed è ora in procinto di diffonderlo in altre città di Italia.
Dal dicembre 20016 è conduttrice dei cerchi “Il cammino rosso delle donne” a Oggiono, dove lavora sul tema dell’educazione mestruale e la consapevolezza ciclica, attraverso pratiche ancestrali di risveglio e connessione con la Madre Terra, provenienti dalle tradizioni femminili del Camino Rosso dei Nativi Americani.
Autrice del libro di narrativa ambientale per le scuole medie “Il magico narrar della Terra” (Esse Libri Ed., 2007) , ha lavorato a progetto nelle scuole elementari medie e superiori di Martina Franca, Locorotondo e Castellana Grotte su temi di scrittura creativa e educazione ambientale (2009/2011).

Telefono: 
3936696654